Komorebi – Numero 31

31

Instagram – Komorebi

Annunci

La parola della settimana… “V di vedova”

Ciao a tutti!
Questa rubrica di TraRealtàeSogno.com vuole essere una parentesi in cui curiosare intorno all’origine di parole comuni o dimenticate della nostra lingua.
La curiosità è lo spirito interiore che maggiormente ci spinge alla scoperta, dunque, se vorrete, scopriremo una parola a settimana insieme, talvolta saranno già presenti nel vostro lessico quotidiano, ma l’auspicio è quello di proporvele sotto una prospettiva nuova. In ogni storia ci sono parole, ma, in ogni parola, ci possono essere moltissime storie!

Oggi vi parlerò di:

Vedova:
Sostantivo femminile dal latino vidua (=la priva), da una antichissima parola indoeuropea, widhewa, ampiamente attestata; cfr. sanscrito vindhava, antico slavo vidova, russo vdva, gotico viduvo, antico alto tedesco witawa, tedesco witwe, greco eFìtheos (=con il senso però di celibe), anglosassone viduve, inglese widow.
SIGNIFICATO: Donna a cui è morto il marito.

La parola della settimana… “U di uomo”

Ciao a tutti!
Questa rubrica di TraRealtàeSogno.com vuole essere una parentesi in cui curiosare intorno all’origine di parole comuni o dimenticate della nostra lingua.
La curiosità è lo spirito interiore che maggiormente ci spinge alla scoperta, dunque, se vorrete, scopriremo una parola a settimana insieme, talvolta saranno già presenti nel vostro lessico quotidiano, ma l’auspicio è quello di proporvele sotto una prospettiva nuova. In ogni storia ci sono parole, ma, in ogni parola, ci possono essere moltissime storie!

Oggi vi parlerò di:

Uomo:
Sostantivo maschile dal latino homo, secondo Varrone da humus (=terra) con il senso di creatura terrestre, contrapposta a celeste, divina; cfr. il lituano zemz (=terra) e zmu (=uomo).
SIGNIFICATO: essere umano; maschio della specie umana; persona indeterminata.