Come arrivare a Pellestrina

Tantissime persone si pongono una domanda: “Come si arriva a Pellestrina?” Eccovi la risposta.

Per raggiungere Pellestrina esistono svariati modi, si può approcciare questo territorio passando prima dal Lido di Venezia (2 ferry-boat) oppure direttamente da Chioggia (vaporetto), ma come vedrete, esiste da poco una terza modalità.

Le Linee ACTV coinvolte nel primo caso sono la 17 e poi la 11 con i relativi costi (cliccando sui numeri trovate link orari). Nel secondo caso invece sfrutterete la sola linea 11 nel giro da Chioggia.

Ecco anche la mappa di TUTTE le linee di navigazione locali.

Tenete conto però che se è vostra intenzione arrivare in bicicletta non sempre sarà “facile” essere caricati a bordo, specialmente nel caso del vaporetto da Chioggia, questo perché nei weekend o comunque nei giorni di “picco” l’isola viene letteralmente presa d’assalto.

da Il Gazzettino:

Assalto all’isola, Pellestrina non ne può più: «Troppe bici, solo su prenotazione» PELLESTRINA – Dopo le restrizioni dovute alla pandemia, in questa prima fase di ripartenza, si sta registrando un boom del turismo quasi a km 0.

Come fare dunque?

Sappiate che esistono due noleggi di biciclette locali che, se contattati col giusto anticipo possono salvarvi da attese impreviste, inoltre nel caso di Apetours, c’è una nuova possibilità tutta da scoprire:
Apetours – Noleggio biciclette
Apetours – Traghetto diretto per Pellestrina
Noleggio bici Pellestrina

Ma ricordate, Pellestrina è un territorio unico, come tanti della bellissima Italia, come tale va rispettato, come del resto rispetteremo chi ci vive. Sempre. Ed a tal proposito: Come essere dei turisti responsabili?

Grazie per l’attenzione cari lettori e care lettrici.

Buona scoperta.

10 cose da fare a Pellestrina almeno una volta nella vita…
Quella volta che Topolino e Pippo hanno alloggiato a Pellestrina…
Pellestrina, un paese da scoprire…
Pellestrina, l’isola che… c’è!
Il Vianello che affondò la “Pirofregata Re d’Italia” a bordo dell’Ammiraglia Austriaca “Ferdinand Max”…
Chi si ricorda la nave incagliata?
“Cagnaccio” di San Pietro, lo scultore di tele.
Come essere dei Turisti responsabili…

Venezia e il suo centro dell’Universo

Non sono solito pubblicare foto che mi ritraggano, ma stavolta faró un’eccezione.

Prima di tutto ringrazio Silvia che ha colto perfettamente l’istante che desideravo proprio come lo avevo immaginato.

Si percepiscono infatti tutta la magia, la poesia e la storia, anzi le storie, che questo angolo di mondo puó raccontarci.

Quando mi fermo lì per un istante mi sento al centro dell’universo; grazie a questa foto potró ricordare la sensazione per sempre.

❤️ Grazie Punta della Dogana

❤️ a presto Venezia

Venezia 1600

C’è chi invecchiando mette le rughe e chi, dopo 1600 anni, conquista ancora i cuori di chiunque la veda.

“Amore a prima vista”
Venezia 1600

Come essere dei Turisti responsabili…
Venezia deserta
Il negozio Olivetti a Venezia
La libreria più bella del Mondo – è a Venezia
Pellestrina, l’isola che… c’è!

Ferrara, cosa vedere in un giorno?

😮 Cosa vedere a FERRARA?

🏛 Questa domanda ce la poniamo sempre quando vogliamo visitare una città, dunque, se non sapete ancora cosa aspettarvi, ecco qualche immagine delle principali attrazioni di una città accogliente e meravigliosa.

🚘 🚙 🅿️ Info utile parcheggi: 🅿️ 🚙 🚘 Ve ne sono tre, ma il mio preferito per qualità, prezzo e posizione è: Parcheggio Diamanti Via Arianuova, 25, 44121 Ferrara FE

🍺🥪 Se volete provare un piatto tipico e gustoso non perdetevi la “Schiaccia” (http://schiaccia.it) dell’omonimo locale a pochi passi dalla Cattedrale.

Ferrara, una città da scoprire

Il negozio Olivetti a Venezia

Cari lettori e care lettrici molti di noi rimangono colpiti dai corner o dai veri e propri shop che i brand più in voga sfoggiano lungo le vie delle nostre città o dentro i negozi/centri commerciali.

Un negozio monomarca si mostra ai nostri occhi come un’idea recentissima, ma lo è solo in apparenza; se anche voi almeno una volta avete detto: “Wow quello è un Apple Store! (o Samsung, Nespresso, ecc.)”, questo articolo vi dimostrerà come un imprenditore italiano fosse stato pioniere anche in questo campo.

Vi sto parlando di Adriano Olivetti che già nel 1958 aprì a Venezia uno dei suoi negozi.

La scritta in marmo che si presenta innanzi al negozio.

Il contesto è quello di Piazza San Marco, a pochi passi dal Campanile e dall’omonima Basilica, qui Adriano trovò il posto ideale per il suo negozio, la cui ideazione fu affidata al celeberrimo architetto Carlo Scarpa.

Il negozio è diventato un museo, aperto dal 2011 ed è possibile prenotare una visita qui: Negozio Olivetti – FAI

Rimarrete colpiti sia dagli svariati modelli di macchine da scrivere e calcolatrici presenti, ma anche dall’elevata armonia degli spazi interni ideati dall’architetto Scarpa per questo non grandissimo negozio veneziano; un vero capolavoro in cui si fondono architettura e macchinari da ufficio.

Una delle macchine da scrivere esposte e, sul fondo, la scultura di Alberto Viani

Bellissima infine la scultura di Alberto Viani “Nudo al Sole” (1956) che vi accoglierà vicino all’ingresso del negozio.

Eccovi qualche scatto della mia visita:

Se passate da Venezia, fossi in voi, mezz’ora per scoprire questo gioiello antesignano dei sopracitati negozi monomarca io la troverei.

Articoli correlati:
Turismo responsabile
Pellestrina, l’isola che… c’è!
Pellestrina, un paese da scoprire…
Voga alla Veneta – il mio sport del cuore
Quella volta che Topolino e Pippo hanno alloggiato a Pellestrina…