Komorebi – Numero 52

52

Instagram – Komorebi

Se siete appassionati dei “Komorebi” restate sintonizzati con questo blog… venerdì 22 (dunque fra due giorni) scoprirete una interessante novità…

La parola della settimana… la “T di Tetro”

Al solo sentirne parlare… brividi!

Tetro: aggettivo dal latino taetrum (=oscuro), di origine purtroppo sconosciuta.

SIGNIFICATO: scuro, senza luce.

Se questa parola ti è piaciuta, condividila e commenta qui sotto!

Scopri le parole delle settimane precedenti: “La parola della settimana” – archivio

53 anni dopo, una nuova violenta alluvione si abbatte su Venezia e le sue isole

53 anni dopo, una nuova sciagura per la nostra amata laguna…

C’è poco da aggiungere se non esprimendo la massima solidarietà alle tante persone ed attività commerciali che hanno subito danni ingenti o, nel peggiore dei casi, hanno perso tutto.

Auspico che la politica di qualsivoglia colore non inizi i classici cancan mediatici di propaganda, bensì sia vicina alle popolazioni che, mai come ora nel recente passato, hanno bisogno di sentire vicine le istituzioni.

Sono altrettanto convinto che, come spesso accaduto in passato, le persone si tireranno su le maniche e questo incubo verrà spazzato, nei limiti del possibile, col sorriso.

Ecco il link ad un vecchio articolo di uno dei territori colpiti: Pellestrina

Il segno tracciato sul marmo del livello del 1966

La parola della settimana… la “S di Scabbia”

Al solo sentirne parlare il prurito aumenta esponenzialmente…

Scabbia: sostantivo femminile di origine indoeuropea, deriva dal latino tardo scabia (=asperità rugosità), da scabere (=grattare)

SIGNIFICATO: malattia pruriginosa della pelle causata da un acaro che scava cunicoli nella cute.

Se questa parola ti è piaciuta, condividila e commenta qui sotto!

Scopri le parole delle settimane precedenti: “La parola della settimana” – archivio