Goccia

Goccia che precipiti dalle nubi

Tu sei anima del cielo

Pioggia di frammenti cupi

Veloce inesorabile velo

Bagni tutto il vivace borgo

Che di colpo si rende assorto

Nell’attesa del finire

Del tuo triste divenire

Seduto giaccio assai sereno

Mentre ascolto il tuo sospiro

Ticchettandomi all’ombrello

Mi richiami all’arcobaleno

Mi toglierà il respiro

Sarà vivace e bello

E in questo io me ne resto

Pur silente tristo e mesto

Che due gocce ogni tanto

Lavino il cuore affranto

Finché non scorgerò il sole

E morirò d’amor bruciando.

Annunci

dì la tua!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.